Quadro di media e bassa tensione MT/BT

La guida CEI 99-4 definisce le linee guida per le cabine di trasformazione da media tensione a bassa tensione, ovvero per la trasformazione dell’energia elettrica da 10.000 o 20.000 Volt in 380V / 220 V per l’utilizzo industriale ( 380 V ) e domestico ( 220 V ).
All’ interno della struttura che contiene il quadro MT/BT ( cabina ) si deve ottemperare a tutta una serie di parametri per garantire sicurezza e funzionalità essendo il locale potenzialmente pericolo.
All’ interno della cabina, che può essere suddivisa in varie aree, si posizionano il quadro di media tensione ( MT ) di bassa tensione (BT), e il trasformatore di corrente elettricamente collegato su un lato MT e su un lato BT, il suo compito è trasformare la tensione in entra di 10/20.000 V in 380V,
Il trasformatore è la parte più importante della cabina di trasformazione. La sua scelta condiziona la progettazione della cabina ed è effettuata sulla base di diversi fattori, quali:

  • Caratteristiche impianto dell’Utente
  • Tipo di trasformatore ( Olio o Aria )
  • Il livello di continuità di servizio richiesta
  • L’ubicazione della cabina elettrica

 

il tutto armonizzato e definito in accordo alla normativa CEI EN 60076 molto complessa e articolata.

tecnico-manutentore

Una volta definito il trasformatore e l’impianto si procede con la scelta del quadro di media tensione e dei relativi interruttori che devono avere il potere di interrompere o chiudere l’arco elettrico adeguato alla corrente di corto circuito prevista, gli interruttori possono essere in vuoto o in gas a seconda delle necessità di utilizzo, ed equipaggiati con protezioni da sovracorrente per garantire i tempi di interventi richiesti dal distributore della rete e di altre protezioni variabili quali protezione omopolare, o guasti verso terra.
Analogamente il quadro di Bassa Tensione ( BT ) è soggetto alla normativa CEI EN 61 439 – ( 1-:-6 ) a seconda del tipo di utilizzo e viene alimentato dal lato in bassa tensione ( Volt 380/220 ) del trasformatore con il compito di ricevere in toto l’energia e ridistribuendola attraverso appositi interruttori di varie potenze, opportunamente previste per gli assorbimenti dei carichi da alimentare.
In questa fase, sempre per garantire la sicurezza delle persone e delle cose, è indispensabile coordinare le taglie e le tipologie degli interruttori automatici con le varie correnti di corto circuito ( Icc ) per evitare di togliere tensione in maniera impropria e creare disservizi.

TRASFORMATORE MEDIA – BASSA TENSIONE

trasformatore-media-bassa-tensione
impianti-elettrici